LA PUGLIA GUARDA AL CILE COME PIATTAFORMA STRATEGICA PER LE PROPRIE IMPRESE

“Porteremo le nostre aziende nel più tecnologico paese sudamericano e apriremo anche al turismo”. Così ha esordito Sergio Ventricelli, in qualità di presidente Confimi Industria Bari nell’incontro tenutosi i primi di luglio nella Camera di Commercio di Bari. L’evento promosso da Confimi Bari in collaborazione con l’Ambasciata cilena in Italia e l’agenzia di sviluppo ProChile, è stato realizzato in collaborazione con Dialogòi, Distretto Produttivo dell’Industria Culturale e Puglia Promozione. “Bari e la Puglia tutta è da sempre vocata agli scambi commerciali verso l’Est” – ha ribadito Ventricelli. “Siamo colpevolmente miopi quando si tratta dell’Ovest. Ecco perché chiedo oggi al sistema regionale di accompagnare le nostre imprese a cogliere questa opportunità. Occorrerebbe valutare, per esempio, l’apertura di una rotta aerea verso la capitale cilena in vista di una prima missione imprenditoriale nel prossimo 2020 a fini commerciali e turistici potenziando, per Puglia e Cile, un settore oggi strategico e già ricco di riconoscimenti”. “Quello che vogliamo fare non è solo la presentazione del nostro Paese – ha detto Sergio Romero Pizarro, Ambasciatore della Repubblica del Cile in Italia -, ma parlare di possibilità concrete per la crescita comune delle nostre piccole e medie industrie. Nella seconda parte dell’incontro Alberto Gorgone, rappresentate commerciale ProChile ha condotto assieme a Riccardo Figliolia, segretario generale Confimi Bari, Bat, Foggia gli speech con i rappresentanti delle aziende pugliesi. Circa trenta gli attori dai settori più vari, dalla logistica, all’agro-alimentare, agroindustria, meccanica, costruzioni, arredo-design, aerospazio e servizi integrati al turismo. Intervenuti inoltre Alfonso Pisicchio, Assessore Regionale alla Pianificazione Territoriale, Giuseppe Pastore, direttore Sezione Internazionalizzazione Dipartimento Sviluppo Economico Innovazione Istruzione Formazione Lavoro della Regione Puglia e Aldo Patruno, direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e valorizzazione del Territorio della Regione Puglia.