DIALOGOI: “SUBITO LIQUIDITA’ PER LE AZIENDE”

“Pagare subito le imprese che attendono ancora i contributi regionali per attività rendicontate da anni e, contemporaneamente, immettere liquidità per le aziende del comparto dell’industria culturale e turistica”. Così Sergio Ventricelli, presidente di DIALOGOi, Distretto Produttivo dell’Industria Culturale Pugliese, al tavolo di confronto convocato oggi, in audioconferenza, dall’Assessorato all’Industria Culturale e Turistica della Regione Puglia, il secondo dopo quello tenuto in Consiglio Regionale, lo scorso tre marzo, per discutere di misure urgenti per fronteggiare e contenere l’attuale situazione di criticità. “Bene – ha sottolineato Ventricelli – l’idea della Regione di intervenire sulla cassa integrazione in deroga, chiedendo di coinvolgere anche gli operatori intermittenti, assai frequenti in molte attività del comparto, positiva la volontà di accelerare sul saldo dovuto a chi ha realizzato delle attività, con relativa rendicontazione, e attende di ricevere i finanziamenti previsti dai bandi pubblici, in taluni casi persino da due anni”. Ma quello che maggiormente preme a DIALOGOi è immettere liquidità per le aziende, che attraversano un momento insostenibile. “In tal senso – ha continuato Ventricelli – prendiamo atto, con soddisfazione, che la Regione abbia pensato a un fondo di rotazione, proprio per sostenere il sistema delle imprese”. Stamani, in tal senso, si è parlato di intercettare la dotazione che fa capo alla Legge 40, sotto forma di acquisto di produzione locale. “Si dia seguito a questa proposta il prima possibile – conclude Ventricelli -, anche ampliando l’attuale dotazione, che ci dicono ammonti a circa due milioni di euro. In tal senso, Dialogoi, ha inviato all’Assessore e al Direttore d’area, una nota con una idea progettuale di DIALOGOi, elaborata dal nostro responsabile delle Politiche Comunitarie, l’avvocato Fabio Sciannameo, che va proprio nella medesima direzione di acquistare produzioni locali. Ma non ci fermeremo qui. Sempre con l’avvocato Sciannameo e col Direttore Generale Riccardo Figliolia stiamo studiando un’ulteriore formula, per utilizzare i distretti produttivi, tra i soggetti giuridici più snelli in Puglia, per favorire i procedimenti regionali verso le imprese”.