Pagina Chisiamo Organigramma

Chi siamo

Un nuovo modello di cooperazione

Il Distretto Produttivo della Comunicazione dell’Editoria, dell’Industria Grafica e Cartotecnica (DIALOGOI) è stato ufficialmente riconosciuto dalla Regione Puglia con Delibera della Giunta Regionale n.1701 del 19 luglio 2010.

Fa parte dei 18 Distretti regionali istituiti e riconosciuti dall’Ente Regione e raggruppa oltre 140 imprese con caratteristiche di produzione di manufatti e servizi diversificati tra di loro; nonché circa una ventina tra enti, centri di ricerca, università, organizzazioni e associazioni varie operanti nei settori specifici di riferimento.

Dialogoì intende promuovere la cooperazione fra le imprese dei settori di competenza per avviare un nuovo modello di cooperazione, al fine di favorire lo sviluppo e l’evoluzione produttiva delle tante realtà che operano nei predetti brand, rendendo la Puglia una delle regioni più ricche di tale offerta quantitativa e qualitativa nel centro-sud Italia.

Il nome “Dialogoì” socializza il ruolo del Distretto della comunicazione nel generale processo di dialogo costruttivo necessario a fortificare la ricca e complessa filiera del settore e a rilanciare un rapporto virtuoso, economico ed interculturale con i Paesi del bacino del Mediterraneo.

“Dialogoi”, si è già proposto quale punto di riferimento per l’attrazione e la valorizzazione di talenti, della creatività, diffusione dei contenuti editoriali, informativi, culturali e promozionali in genere.

Un distretto produttivo rappresenta uno strumento particolarmente incisivo per la promozione dello sviluppo imprenditoriale di un territorio e della competitività produttiva locale. È costituito, infatti, da una rete di imprese collegate tra loro per comparti produttivi ovvero per filiere. Queste aziende svolgono, con il coinvolgimento delle istituzioni, attività in sinergia, anche al di fuori del territorio regionale.

Tra le istituzioni partner spiccano soprattutto le università, i politecnici, i centri di ricerca e associazioni di Dialogoì di categoria a titolo vario. Entità che, collaborando pragmaticamente con le imprese, possono contribuire a produrre innovazione, rilanciando sul mercato la competitività del tessuto produttivo settoriale pugliese.

Non è casuale che il termine scelto per denominare il distretto: “Dialogoì”, intende riportare alla funzione dell’espressione filosofica vetero ellenica del “dialogo”. Circostanza che manifesta in modo tangibile la visione ad ampio spettro della cultura mediterranea come base per un adeguato rilancio della comunicazione; e non solo.

Partner

Regione Puglia
lum